Sustain IT - Sustainable Tourism Innovative Training

Destination Policy & Planning: Pianificazione Strategica per lo Sviluppo del Turismo Rurale Sostenibile


COU_3_IT  

 Title
Destination Policy & Planning: Pianificazione Strategica per lo Sviluppo del Turismo Rurale Sostenibile

 Keywords
Turismo, Turismo Sostenibile, destination policy, aree rurali, turismo rurale

 Author
PAFOS

 Languages
Italian

 Objectives/goals
In questo corso parleremo di:
● Identificazione di aree rurali considerate destinazioni speciali per lo sviluppo del Turismo
● Proposta di forme alternative di turismo rurale per lo sviluppo della sostenibilità
● Partnership Pubbliche e Private (PPP) per lo sviluppo del turismo rurale sostenibile
● Cooperazione con Piccole e Medie Imprese sotto la responsabilità di Enti professionali (Camere di Commercio)
● Pianificazioni strategiche per l’inserimento in nuovi mercati a favore di Aree Turistiche Rurali



 Contents in bullet points
Nome del modulo: Imprenditorialità per il Turismo Sostenibile
1. Titolo dell’unità: identificazione di aree rurali considerate speciali per lo sviluppo del turismo sostenibile
2. Titolo dell’unità: Forme alternative di Turismo Rurale per lo sviluppo della sostenibilità;
3. Titolo dell’unità: Partnership Pubbliche e Private (PPP) per lo sviluppo sostenibile del turismo rurale;
5. Titolo dell’unità: Cooperazione con Piccole e Medie Imprese sotto la responsabilità di Enti professionali (Camere);




 Contents


 PIANIFICAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO DEL TURISMO RURALE SOSTENIBILE

Introduzione


  Impatto Significativo sulla Global Economy

Il Turismo costituisce uno strumento fondamentale per le economie contemporanee in quanto contribuisce in maniera sostanziale al Prodotto Interno Lordo e Nazionale. Quindi, tale principio porta allo sviluppo di un pensiero critico su come sia le istituzioni private e governative utilizzano il turismo in modo sostenibile.



  Opportunità Per La Creazione di Posti di Lavoro

Lo sviluppo del Turismo crea opportunità di lavoro quindi ha un impatto enorme sia sull’economia globale che locale. Ne scaturisce un bisogno di pensiero creativo sia da parte dei settori pubblici che privati.



  Aumento dell’Occupazione

La creazione di posti di lavoro nel turismo può favorire l’aumento dell’impiego, una priorità questa di tutte le economie, specialmente per l’UE che è molto attenta a questo settore. Ciò può aiutare sia il business che le persone.



  Inclusione ed Esclusione Sociale

Lo sviluppo del turismo, la creazione di posti di lavoro e l’incremento dell’occupazione possono avere effetti positivi come l’aumento dell’inclusione sociale e la diminuzione dell’esclusione sociale.

Queste sono questioni cruciali per la società contemporarea, quindi per queste ragioni, il turismo può avere un impatto postivo ulteriore.



   Sviluppo della Tecnologia Informatica

Lo sviluppo turistico, la creazione di posti di lavoro e l’aumento dell’occupazione può avere impatti positivi come l’aumento dell’inclusione sociale e la diminuzione dell’esclusione sociale. Entrambi sono questioni cruciali per la società contemporanea tramite i quali il turismo può avere un impatto positivo ulteriore.



Unità 1


  Identificazione di Aree Rurali Considerate Speciali per lo Sviluppo del Turismo Sostenibile

L’identificazione delle aree rurali come mete speciali ed uniche è di grandissima importanza e porta allo sviluppo del marketing, pensiero critico ed innovazione. Sono coinvolti diversi fattori come la partecipazione sociale, la tradizione, la cultura e la conservazione del patrimonio poiché permettono alle aree rurali di essere più diversificate, di competere anche a livello globale e far sì che gli investimenti prevarranno in quanto parte di un gigantesco business culturale. (Laing & Lewis, 2017).

Per quanto riguarda le Aree rurali, lo sviluppo di Strategia deve tener conto di elementi specifici come l’agricoltura, le scienze forestali, acquacoltura e industria ittica, le attività economiche e culturali di chi vive in campagna, spazi extraurbani di ricreazione o reserve naturali, stagionalità, accessibilità (via autostrade, aeroporti, treni e bus), frammentazione, cooperazione tra esperti di mercati interni ed esterni e tra governo e private, ruolo delle donne e dei giovani, disposizioni di adeguatezza in informatica, infrastrutture generali.

Il processo di innovazione deve fare in modo che le forme di turismo alternative nelle aree rurali prevalgano poiché ciò costituisce un passo avanti nel superare la concorrenza sia a livello locale che globale (Dunphy, Benveniste, Griffiths, Sutton, 2000). Diversi Paesi nell’UE hanno tratto vantaggio da questo approccio strategico in quanto ha permesso loro di sfruttare al meglio non solo le loro risorse produttive, ma cosa ben più importante, di concentrarsi sugli elementi più particolari che non possono essere trovati da nessun altra parte al mondo.. dei veri e propri ‘tesori nascosti’ dell’Europa in cerca di persone che li scoprano (Mohnacki, 2017).



Unità 2


  Forme alternative di Turismo Rurale per lo Sviluppo della Sostenibilità

Il Turismo rurale sta affrontando sfide importanti: quella delle forme alternative ne è una identificata negli corso degli anni (Timothy & Wall, 1997; Wiggins & Proctor, 2001; Ogola, 2005). Recentemente ci sono stati segnali di crescita ma il bisogno di innovazione e diversificazione rimane, proprio per assicurarsi che tale crescita sia a lungo termine, fornendo alle aree rurali benefici sostanziali. Un elemento chiave verso questa direzione è lo sviluppo di forme alternative di turismo rurale che fornisca a tali aree la capacità di sfruttare l’unicità delle loro caratteristiche e trarre vantaggio dalle opportunità provenienti da mercati specifici emergenti.

La Market Research e la Market Segmentation costituiscono una priorità per l’effettivo sviluppo delle azioni prima elencate. Le due ricerche devono dunque essere condotte da un team di professionisti con skills specifiche per operare nel settore della ricerca. Queste azioni permetteranno alle aree di definire le opportunità migliori, entrare nel mercato giusto ed essere dunque più efficienti nello sviluppo strategico (Bryman & Bell, 2015).

Nonostante non ci sia una policy univoca, le seguenti forme alternative di turismo sono considerate come applicabili su larga scala, specie nell’UE la quale ne condivide diverse caratteristiche.

Se si vuole essere competitivi ed innovativi, ogni Paese e ogni area rurale deve porre molta attenzione a ciò che le rende uniche. Visto che ogni Paese è fondamentalmente unico, la diversificazione deve essere considerata essenziale di un nuovo modo di intendere il turismo. Questo permetterà di trovare fondi e quindi di investire in diverse infrastrutture per essere più competitivi

i.  Turismo delle Conferenze Mediche: si riferisce a professionisti dell’area medica che potenzialmente rappresentano un modo di diversificare significativo. Da 20 anni, questo tipo di turismo vede un numero sempre più crescente di scenziati coinvolti in Ricerca e Sviluppo i quali, proprio grazie a questo tipo di turismo, incrementano la loro conoscenza e formazione nel loro campo.

ii.  Turismo religioso: si riferisce ad gruppi di persone che professano diverse religioni, tra le più note al mondo: cristiani, musulmani, induisti e buddisti. Questi gruppi rappresentano un nuovo mercato con un numero di turisti tale da avere un impatto significativo sulle aree rurali.

iii.  Turismo Ambientale: si riferisce ad un mercato di nicchia che svolge attività mirate alla protezione dell’ambiente. Ciò può potenzialmente includere il volontariato. Un numero sempre più crescente nel mondo sente il bisogno di proteggere l’ambiente: invitarli a visitare aree rurali richiede policy molto specifiche basate su questioni scientifiche, di sicura attrattiva per questo gruppo formato da persone spesso di cultura elevata.

iv.  Turismo Culturale: la cultura è uno strumento potente per ogni Paese. Le differenze tra regioni o aree comprese nelle nazioni stesse sono un dato di fatto. Lo sviluppo di strategie appropriate farà che si possa trarre vantaggio da queste differenze, tenendo presente che la competizione con altri Paesi (o in aree del Paese stesso) è alta.

v.  Turismo sportivo: anche il turismo sportivo ha avuto un forte sviluppo negli ultimi 20 anni: ciò è dovuto alla percentuale sempre più crescente di persone che vogliono adottare uno stile di vita salutare. Le aree rurali hanno un vantaggio specifico come la natura stessa che permette di praticare sport come la maratona e il ciclismo. Tuttavia,    sviluppare strutture appropriate che attraggano atleti è un requisito fondamentale. La cooperazione con associazioni di atletica è un altro elemento cruciale per poter permettere che questa forma di turismo possa attuarsi (Parker, 2019).



Unità 3


  Partnership Pubbliche e Private (PPP) per lo Sviluppo del Turismo Rurale Sostenibile

Questo tipo di cooperazione è valutato come elemento importante nel settore turistico. La vera natura del turismo richiede l’uso di infrastrutture appropriate che garantiscano innovazione e sostenibilità. (Soteriou & Roberts, 1998; Naum, 2003; Xu et al. 2015).

Tre elementi influiscono in un efficace sviluppo delle PPP (Thellbro, Bjärstig & Eckerberg, 2018) che sono:

i.  Leadership: fa in modo che le PPP siano condotte attraverso la responsabilità di un leader che motiverà i partecipanti ad implementare più innovazione possibile, vitale per il turismo. Inoltre, la Leadership può fornire una chiarezza di obiettivi, mezzi, impeto, focus sul business e responsabilità

ii.  Incentivi:  si identificano in diversi livelli del settore pubblico e privato: una eventuale mancanza di incentivi può portare ad un impatto negativo che porterà la strategia fuori strada. PPP e Leadership hanno bisogno di risorse finanziarie che però non rivestano un ruolo negativo e anzi siano strumenti efficaci ed utili per le aree rurali. 

iii.  Interdipendenza e Incertezza: Nonostante ci siano benefici dalla cooperazione tra privati e pubblico, ci sono anche problemi che devono essere identificati e valutati prima che diventino una minaccia per le PPP. 

•Il ruolo della Camera di Commercio è fondamentale poiché fornirà un supporto significativo alle aree rurali: le Camere hanno esperienza e legami con il mercato che permetteranno al turismo rurale di essere conosciuto da più persone in più Paesi sviluppandone prodotti e servizi. Grazie alle Camere, le aree rurali hanno significamente aumentato le loro entrate, la produttività, la creazione di posti di lavoro e coinvolgimento di gruppi di persone svantaggiate in diverse iniziative. (Ciolac, Csosz, Bogdan, 2012; Slade, 2018).

Le Piccole e Medie Imprese hanno molto da guadagnare dalla loro partnership con le Camere di Commercio sia a livello umano, finanziario che tecnologico. Questo approccio dunque non è una scelta ma piuttosto una necessità primaria       posta al primo posto per quanto riguarda lo sviluppo strategico. Non solo: le piccole e medie imprese rurali potrebbero trarre benefici a lungo termine e creare così l’ambiente giusto per una maggiore competitività che li porti a sviluppare un marchio, un’imagine, un’equità e benefici sociali.  

L’UE si è strategicamente concentrata su questioni specifiche e fornito delle linee guida e dei benefici che devono essere esaminati. Queste ultime possono essere perfettamente applicate alle piccole e medie imprese nelle aree rurali. Quindi, bisogna fare attenzione nel fare in modo che i membri dell’UE e le piccole e medie imprese nelle aree rurali sviluppino e condividano una strategia unica:

Sostegno Pubblico:  La cooperazione con la Camera può dare alle piccolo e medie imprese sostegno pubblico in diverse aree: quella del know-how, finanziaria, tecnologica, accesso ai fondi europei e un conseguente declino della burocrazia.

 

Consapevolezza e Uso dei Programmi di Sostegno Pubblico nelle Piccole e Medie Imprese le quali possono diventare più efficaci e non più contare sulle Camere e il Settore pubblico.

Internazionalizzazione: le piccole e medie imprese possono trarre benefici dalla cooperazione con le Camere per sviluppare le loro operazioni fino ad un livello internazionale: la loro presenza fisica e online è molto importante in tal senso.



Unità 4


  Cooperazione di Piccole e Medie Imprese Rurali (SMEs) sotto la Responsabilità di Enti Professionali (Camere)

•Ogni Strategy Development richiede un forte impegno da parte sia di singoli che di potenziali gruppi pertanto il coinvolgimento di enti professionali è fondamentale e deve essere valutata dalle aree rurali che vogliono avere un vantaggio “sostenibile” e competitivo. Le piccole e medie imprese che prevalgono nel turismo rurale devono fare in modo che sviluppino i canali giusti per diventare più efficaci usando tutte le loro risorse destinate ad un grande successo. (Arroyo, Barbieri, & Rich, 2013).

Il ruolo delle Camere di Commercio è cruciale poiché devono essere capaci di formare alleanze che permettano loro di ottenere una struttura adatta e un alto livello di competenza. Hanno inoltre un’esperienza tale nel mercato, sia interna che esterna, che permetterà al turismo rurale di arrivare a più persone in più Paesi, sviluppando prodotti e servizi innovativi. Nel mondo, diverse aree rurali sono riuscite a trarre vantaggio dell’esperienza accumulate dalle Camere e altri Enti professionali incrementando le loro entrate, produttività, creazione di posti di lavoro e coinvolgimento di gruppi più svantaggiati in iniziative innovative. (Ciolac, Csosz, Bogdan, 2012; Slade, 2018).

L’UE si è strategicamente concentrata su tali questioni e ha fornito delle linee guida generali e dei vantaggi perfettamente applicabili alle piccole e medie imprese nelle aree rurali. Quindi, si deve fare in modo che sia loro sia i membri dell’UE formino una strategia condivisa:

Sostegno Pubblico: la cooperazione con le Camere può dare alle piccole e medie imprese un sostegno pubblico adatto a livello finanziaro e tecnologico, avere accesso ai Fondi Europei e avviare il declino della burocrazia.

Consapevolezza e uso dei Programmi di Sostegno Pubblico nelle Piccole e Medie (SME): le SME possono essere più effici non solo contando sulle Camere e sul settore pubblico. La figure 3 mostra la ‘Percentuale di SME attive a livello internazionale che adottano supporti finanziari e non’.

Internazionalizzazione: Le SME possono trarre benefici dalla loro cooperazione con le Camere per sviluppare al meglio le loro operazioni a livello internazionale. Ciò però riguarda la loro presenza sia fisica che online. Un’espansione che arrivi ai mercati internazionali crea diversi vantaggi come ad esempio entrate e cultura organizzativa migliorate insieme ad un livello di grande innovazione e creatività.



Unità 5


  Pianificazioni strategiche per l’inserimento in nuovi mercati a favore di Aree Turistiche Rurali

•Lo Strategy Development è in pratica l’azione definitiva di ogni industria o singola organizzazione: richiede un pensiero critico profondo e deve fare in modo che sia l’industria che l’organizzazione stesse ne godano a lungo termine così che si possa creare un ambiente adatto alla creazione di una cultura organizzativa. (Kaplan & Norton, 2005; Zeps & Ribickis, 2015).
•Le SME nelle aree rurali turistiche devono essere in grado di sviluppare una serie di azioni prima che diventino realmente competitive in un ambiente che lo è sempre di più. In tal senso, gli stakeholders coinvolti sono di primaria importanza poiché possono avere un grosso impatto sul business del turismo rurale dal momento che mancano di risorse specifiche finanziarie, umane ed informatiche.

1.  Agenzie Governative: possono fornire le adeguate skills, know-how, supporti finanziari,, statistiche, supporti legali, accesso ai Fondi Europei e programme specifici sviluppati dall’UE: questa cooperazione è il primo passo (e il più importante) verso lo Strategy Development.

Camere di Commercio: possono dare opportunità alle aree rurali di accedere a mercati internazionali attraverso la loro knowledge e loro capacità di collaborare con altri Paesi. Inoltre, le Camere possono portare il business del turismo rurale ad una formazione di una strategia condivisa e sviluppare dunque un network sostenibile che soddisfi tutti i partecipanti.

Per formare la Strategy, il business del turismo rurale e le organizzazioni coinvolte devono tenere conto dei seguenti punti:
1. Ricerche di Marketing
2. Analisi interne
3. Segmentazione
4. Posizioni di mercato
5. Innovazione e creatività



 Results

Al termine di questo modulo, potrai: ‚óŹ Identificare Aree Rurali come Destinazioni speciali ‚óŹ Comprendere pi√Ļ a fondo le forme alternative di turismo rurale per lo sviluppo della sostenibilit√† ‚óŹ Sviluppare un‚Äôottima strategia sulla cooperazione e partnership tra settore pubblico e privato ‚óŹ Comprendere pi√Ļ a fondo questioni ambientali, economiche e di pianificazione

 Bibliography

UNESCO (2016). Sustainable Tourism Development in UNESCO Designated Sites in South-Eastern Europe UNESCO Office in Venice UNESCO Regional Bureau for Science and Culture in Europe (BRESCE)

http://portal.unesco.org/en/files/45338/12417872579Introduction_Sustainable_Tourism.pdf/Introduction_Sustainable_Tourism.pdf (Ret: 19/09/2019)

Tourism Notes (2019). Rural Tourism https://tourismnotes.com/rural-tourism/ (Ret: 16/09/2019)

Duro, J.A. (2018). Seasonality of tourism: A new decomposition Tourism Economics Vol 24(5), https://doi.org/10.1177/1354816618768319 (Ret: 16/09/2019)

Dunphy, D., Benveniste, J., Griffiths, A.& Sutton, P. (2000). Sustainability

The corporate challenge of the 21st century. (eds.). Crows Nest AU: Allen and Unwin Book Publishers


 Training Fiche PPT:
233_2prbttrainingmoduleita.pptx




This project has been funded with support from the European Commission. This web site and its contents reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.