Sustain IT - Sustainable Tourism Innovative Training

Il Patrimonio Culturale e il Turismo Sostenibile nelle Zone Rurali


COU_4_IT  

 Title
Il Patrimonio Culturale e il Turismo Sostenibile nelle Zone Rurali

 Keywords
patrimonio culturale, capitale naturale, turismo sostenibile, turismo culturale sostenibile

 Author
IAL

 Languages
Italian

 Objectives/goals
Il corso fornisce una definizione di patrimonio culturale e naturale e turismo sostenibile ed esplora le connessioni tra di loro. Al suo interno vengono quindi identificati i tratti che caratterizzano il turismo culturale sostenibile e l'impatto su associazioni di promozione culturale, imprese turistiche e turisti. Infine, sono illustrate le buone pratiche di turismo sostenibile sviluppate in Europa e in contesti extra europei.


 Contents in bullet points
Unità Didattica 1 - il patrimonio culturale e il turismo
Come volano per lo sviluppo economico del territorio
Unità Didattica 2 - elementi distintivi della sostenibilità rapportata
Al turismo culturale
Unità Didattica 3 - raccomandazioni per il turismo culturale sostenibile rivolte alle diverse categorie di stakeholders



 Contents


 IL PATRIMONIO CULTURALE E IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE ZONE RURALI

IL PATRIMONIO CULTURALE E IL TURISMO COME VOLANO PER LO SVILUPPO ECONOMICO DEL TERRITORIO


  DEFINIZIONI CHIAVE

1. PATRIMONIO CULTURALE O CULTURAL HERITAGE

“è un’espressione che indica i modi di vivere sviluppati da una comunità e trasmessi di generazione in generazione, inclusi costumi, pratiche, luoghi, oggetti, espressioni e valori artistici (COMOS, 2002)

Il patrimonio  culturale può essere tangibile come i paesaggi urbani o naturali e i manufatti o intangibile come le abitudini, le tradizioni, i racconti, ecc.

http://www.cultureindevelopment.nl/cultural_heritage/what_is_cultural_heritage ICOMOS, International Cultural Tourism Charter. Principles And Guidelines For Managing Tourism At Places Of Cultural And Heritage Significance. ICOMOS International Cultural Tourism Committee. 2002.

2. CAPITALE NATURALE

 riguarda e include le risorse naturali, le terre e gli ecosistemi

3. TURISMO SOSTENIBILE
è il turismo che tiene in considerazione gli impatti che genera siano essi economici, sociali e ambientali attuali e futuri, tenendo in debita considerazione i bisogni dei

visitatori, dell’industria, dell’ambiente e delle comunità ospitanti; (UNWTO,2005).

 

‘il turismo sostenibile presuppone collegamenti più significativi con la popolazione locale e una maggiore comprensione delle questioni culturali, sociali e ambientali locali’.

 

4. TURISMO CULTURALE SOSTENIBILE

è la gestione integrata del patrimonio culturale e delle attività turistiche in

collaborazione con la comunità locale. Tale approccio genera benefici sociali, ambientali ed economici per tutte le parti interessate,e al contempo

consente la conservazione del patrimonio culturale tangibile e intangibile e

lo sviluppo del turismo sostenibile (SUSTAINABLE CULTURAL TOURISM EC 2018)



  COLLEGAMENTO tra il patrimonio culturale e naturale, il turismo e lo sviluppo economico

L'Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite afferma che l'interesse per l'ambiente, la cultura e il patrimonio naturale è una motivazione primaria per oltre il 50% dei viaggiatori ed è in costante crescita come settore di mercato.

https://sdt.unwto.org/content/resolution-ares73245-promotion-sustainable-tourism-adopted-un-general-assembly

 

Negli anni passati c'è stato uno spostamento del fulcro di discussione  in materia di patrimonio da un approccio orientato alla conservazione ad un approccio orientato al valore.

 

La  London Declaration of the EC Conference on Sustainable Europe’s Cultural Heritage (2004) ha affermato, tra l'altro, che "il patrimonio culturale ha un notevole impatto in molte aree dello sviluppo economico e regionale, del turismo sostenibile, della creazione di posti di lavoro, del miglioramento delle competenze attraverso l'innovazione tecnologica, l'ambiente, l'identità sociale, l'istruzione e l'edilizia".(European Commission, 2004).

 

Il patrimonio culturale e naturale e il turismo sostenibile sono strettamente collegati.



ELEMENTI DISTINTIVI DELLA SOSTENIBILITÀ RAPPORTATA AL TURISMO CULTURALE


  10 PRINCIPI

Il Worldwide Fund for Nature (WWF) indica  10 principi a supporto del turismo sostenibile.

 

1)  Utilizzare le risorse in modo sostenibile. La conservazione e l'uso sostenibile delle risorse - naturali, sociali e culturali - sono cruciali e hanno un impatto sull’economiai anche a lungo termine.

2) Ridurre il consumo eccessivo e gli sprechi. La riduzione dei consumi eccessivi e dei rifiuti evita i costi di ripristino del danno ambientale a lungo termine e contribuisce alla qualità del turismo.

3) Mantenere la biodiversità. Il mantenimento e la promozione della diversità naturale, sociale e culturale è essenziale per il turismo sostenibile a lungo termine e crea una base flessibile  per l'industria.

4) Integrazione del turismo nella pianificazione. Lo sviluppo di un turismo che risulta integrato in un quadro di pianificazione strategica nazionale e locale e che effettua valutazioni di impatto ambientale, aumenta la redditività a lungo termine del turismo.

5) Supportare le economie locali. Il turismo che supporta una vasta gamma di attività economiche locali e che tiene conto dei costi e dei valori ambientali, protegge entrambe queste economie ed evita danni ambientali.

6) Coinvolgere le comunità locali. Il pieno coinvolgimento delle comunità locali nel settore turistico non solo avvantaggia loro e l'ambiente in generale, ma migliora anche la qualità dell'esperienza turistica

7) Consultazione delle parti interessate e del  pubblico. La collaborazione tra l'industria del turismo e le comunità, le organizzazioni e le istituzioni locali è essenziale per risolvere potenziali conflitti di interesse.

 

8) Formazione del personale. La formazione del personale che integra il turismo sostenibile nelle pratiche di lavoro, insieme all'assunzione di personale a tutti i livelli, migliora la qualità del prodotto turistico.

 

9) Marketing turistico responsabile. Il marketing che fornisce ai turisti informazioni complete e responsabili aumenta il rispetto degli ambienti naturali, sociali e culturali delle aree di destinazione e migliora la soddisfazione del cliente.

10) Attività di ricerca. La ricerca e il monitoraggio continui da parte operatori del settore mediante un'efficace raccolta e analisi dei dati sono essenziali per aiutare a risolvere i problemi e apportare vantaggi alle destinazioni, alle imprese  e ai consumatori.



RACCOMANDAZIONI PER IL TURISMO CULTURALE SOSTENIBILE RIVOLTE ALLE DIVERSE CATEGORIE DI STAKEHOLDERS


  PATRIMONIO CULTURALE: LE ORGANIZZAZIONI E LE ISTITUZIONI CHE GESTISCONO IL PATRIMONIO RELIGIOSO E I SITI

La Direzione Generale Istruzione, Gioventù, Sport e Cultura ha elaborato alcune raccomandazioni per il turismo culturale sostenibile indirizzate alle diverse categorie di stakeholders

Patrimonio culturale:


le organizzazioni e le  istituzioni che gestiscono il patrimonio religioso e i siti,  devono adottare  adeguati piani di gestione del sito per garantire il corretto equilibrio tra la salvaguardia delle risorse del patrimonio culturale e l'accesso dei visitatori.

Utilizzare strumenti scientifici per condurre ricerche sull'impatto dei visitatori, adeguare il flusso dei visitatori a favore dell'integrità dei beni culturali e naturali.

Disponibilità di strumenti digitali per facilitare l'accesso remoto, l'interpretazione, la comunicazione, il marketing e la business intelligence

Esplorare modi creativi per coinvolgere attivamente le comunità locali nei progetti, in particolare le giovani generazioni

Integrare il patrimonio materiale e immateriale nella progettazione di nuove offerte / esperienze / prodotti nel settore del turismo culturale e considerare il riutilizzo adattativo ed adeguato degli edifici culturali.

Sviluppare programmi di formazione del personale per aumentare la consapevolezza della sostenibilità, questioni ambientali, turismo responsabile ecc.

Sviluppare strategie di raccolta fondi per la protezione e la presentazione del patrimonio culturale per includere partenariati pubblico-privato, crowdfunding, filantropia ecc.



  Best practices nell’EUROPA RURALE

Il numero di visitatori in tutto il mondo nelle destinazioni sta crescendo e nei prossimi decenni è prevista una crescita ancora maggiore. Nel segmento delle città d'arte europee, l'aumento del numero di visitatori dovrebbe essere ancora più forte. Tuttavia, apprendiamo  notizie  sempre più negative sull'affollamento e la pressione sui residenti.

 

VISITFLANDERS vuole studiare la capacità di carico nelle destinazioni turistiche fiamminghe. Questo deve essere fatto da diverse angolazioni:

 

La capacità di carico di una destinazione può essere visualizzata da:

➔la prospettiva dei residenti
➔la prospettiva dei turisti
➔gli operatori del settore turistico
âž”+ tutti gli altri aspetti (ad es. attrazioni, ... -> monitoraggio)

 

Questo studio specifico affronta la capacità di carico di una città d'arte delle Fiandre,  Bruges, dal punto di vista dei residenti.

TOURISM FOR ALL

 

Tourism For All  Il programma attuato dall'Ente per il turismo catalano mira a:

 

- Fornire informazioni al viaggiatore con esigenze di accessibilità speciali:  http://turismeperatothom.catalunya.com/en/

- Il sito Web promuove le 25 destinazioni identificate come accessibili nella regione delle Catalogna, che includono circa 1.300 risorse turistiche

- Sensibilizzare l'opinione pubblica sull'accessibilità e l'inclusione tra tutti gli attori del settore turistico catalano

- Fornire formazione, kit di strumenti, informazioni e consulenza alle imprese per migliorare l’esperienza del viaggiatore di  tutti i segmenti e tipi di via, compresi quelli con esigenze di accessibilità.

CULTURAL ROUTES

 

Creazione, governance e gestione sostenibile delle rotte culturali: buone pratiche della Camera di commercio croata

 

Nome:  Percorsi culturali del Danubio: Strada degli imperatori romani e Strada del vino del Danubio

 

Abstract: Nell'ambito del programma della Commissione europea sul prodotto tematico transnazionale, Le rotte culturali del Danubio: Il progetto della Strada degli imperatori romani e della Strada del vino del Danubio è stato implementato dalla Camera di commercio croata.

 

Collaborazione: la Camera di commercio croata collabora con il Centro di competenza del Danubio come partner principale, la Romania e la Bulgaria

CIP Support progetto di prodotto tematico transnazionale.

molto interessanti sono gli esempi di azioni per monitorare / sviluppare il turismo e migliorare il patrimonio culturale riportato dall'UNWTO  Website “ISTO”

 

La Rete Internazionale di Osservatori del Turismo Sostenibile dell'UNWTO (INSTO) è una rete di osservatori del turismo che monitorano l'impatto economico, ambientale e sociale del turismo a livello di destinazione. L'iniziativa si basa sull'impegno di lunga data dell'UNWTO per la crescita sostenibile e resiliente del settore attraverso la misurazione e il monitoraggio, a supporto della gestione del turismo basata sull'evidenza.

 

http://insto.unwto.org/observatories/guanajuato-mexico/

http://insto.unwto.org/observatories/sonoma-california-usa/

http://insto.unwto.org/observatories/sao-paulo-brazil/



  ASSOCIAZIONI, OPERATORI, PROMOTORI E IMPRENDITORI DEL TURISMO

Investire in piani di sviluppo economico e imprenditoriale a lungo termine che includano la sostenibilità e la responsabilità sociale come parte della strategia aziendale.  La sostenibilità non può essere un piccolo componente aggiuntivo inserito alla fine del piano aziendale, ma deve essere permeare l’intera azienda.

 

Nella sezione del piano di sostenibilità del piano aziendale è possibile includere le seguenti informazioni:

Impatti ambientali / sulle risorse: quale è l'impatto potenziale dell’azienda sull'ambiente? Ad esempio, un particolare processo di produzione può contribuire negativamente all'approvvigionamento idrico locale.

Impatto e coinvolgimento della comunità: in che modo l'impatto ambientale influisce sulla comunità locale? Descrivere in ​​dettaglio come coinvolgere la comunità e ridurre al minimo l'impatto ambientale.

Rischi / vincoli: elencare tutti i rischi / vincoli per la tua attività derivanti da eventuali impatti ambientali.

 Strategie: descrivere dettagliatamente le strategie che implementerai per minimizzare / mitigare il tuo impatto ambientale e qualsiasi rischio per la tua azienda.

 Piano d'azione: elencare le tappe fondamentali della sostenibilità / ambientali includendo, per ciascuna tappa, i seguenti dettagli:

Tappe fondamentali  della sostenibilità: Descrivi in ​​dettaglio la singola tappa  che stai cercando di raggiungere. Ad esempio, ridurre il consumo di acqua.

 Obiettivo: specifica l'obiettivo che stai cercando di raggiungere. Ad esempio, ridurre il consumo di acqua del 60%.

Data: segna la data e l'anno previsti per raggiungere ciascun obiettivo

> Consultare le comunità locali per sviluppare e concordare offerte / esperienze / prodotti turistici di alta qualità basati su un autentico patrimonio culturale.

https://www.iccrom.org/sites/default/files/2018-10/lorconsultation_final_report_230818.pdf

> Fornire linee guida e formazione per il  turismo responsabile sia ai professionisti del turismo (tour operator) che ai  consumatori (viaggiatori individuali).

> Supportare le start-up cluster per l'imprenditoria turistica culturale.

> Utilizzare gli Applicativi esistenti  (e.g. United Nations Environmental) o sviluppare nuovi toolkit online e applicazioni digitali per misurare l'impatto dei visitatori.

https://www.oecd.org/cfe/tourism/Indicators%20for%20Measuring%20Competitiveness%20in%20Tourism.pdf

Con il supporto delle comunità locali, promuovere nuove destinazioni emergenti e facilitare il marketing integrato.

> Sviluppare piani tariffari che incoraggino soggiorni e visite più lunghi in bassa stagione.

> Pubblicare dati turistici per consentire valutazione, monitoraggio e mappatura delle dinamiche variabili sul campo da parte dei governi locali e nazionali.

> Supportare le imprese locali e favorire i prodotti locali per incoraggiare offerte uniche.

> Garantire un ambiente di lavoro positivo attraverso la creazione di posti di lavoro permanenti o di lunga durata durante la bassa stagione.



  TURISTI (CONSUMERS)

> Adottare un comportamento responsabile sia come viaggiatore che come consumatore.

> Essere consapevoli di "impatto" e "impronta ecologica" e utilizzare kit di strumenti e applicazioni online per misurare l'impatto.

> Essere consapevoli dell'uso delle risorse naturali e seguire le istruzioni speciali.

> Rispettare la comunità locale e partecipare alla storia, tradizione e cultura della zona.

> Avvalersi di prodotti locali, industrie creative, beni e servizi per stimolare l'economia locale.



  Ora, un esercizio

A quale categoria appartieni?

Tu sei

- un operatore di associazione,

- un imprenditore,

- un turista

- ...?

 

 

Come hai potuto contribuire allo sviluppo del turismo sostenibile nel tuo paese?

o, conosci qualcuno che l'ha già fatto?

 

Puoi inviarci la tua storia?



 Results

Al termine del percorso formativo gli allievi saranno in grado di: ● Comprendere le dinamiche che legano il patrimonio culturale e il turismo allo sviluppo economico del territorio ● Cogliere i tratti caratterizzanti la sostenibilità del turismo culturale ● Comprendere i suggerimenti degli specialisti agli stakeholders per l’implementazione di un turismo culturale sostenibile ● Visionare esempi di applicazioni pratiche dei suggerimenti nelle aree rurali europee e mondiali per verificare la possibilità dell’applicazione nella propria realtà

 Bibliography


 Training Fiche PPT:
1_SUSTAIN_IT_ialfvg.pptx




This project has been funded with support from the European Commission. This web site and its contents reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.